Home Piloti Il pilota privato

Il pilota privato

302
0

Ma cosa posso fare con il brevetto di Pilota privato e cos’è? Mi piace volare e vorrei avvicinarmi a questo fantastico mondo… 

Ho sempre avuto la passione del volo, ne sono affascinato e incuriosito ma non ho mai avuto il coraggio di approfondire e iscrivermi ad un corso per diventare pilota.

Il brevetto di volo PPL (Private Pilot License) è una licenza aeronautica che ti permetterà di volare a scopo privato non remunerato. E per conseguirla? Dovrai iscriverti ad un corso presso una Scuola di volo in Italia o all’estero.

Per i dettagli tecnici su come è composto un corso recati direttamente presso la Scuola di volo perché è la  sede più adatta per affrontare questa tematica. Parla con un istruttore.

Esploriamo invece altre aeree… 

Perché vuoi diventare un pilota? La risposta è solamente tua, cercala dentro di te…

Con il brevetto di Pilota privato potrai noleggiare un aereo e far provare ai tuoi amici l’ebrezza del volo. Potrai anche conseguire abilitazioni tipo il volo notturno, il volo strumentale, il pilotaggio di un bimotore che renderanno i tuoi voli sempre più entusiasmanti. Insomma sarai libero di volare!

Cosa vuol dire essere un Pilota privato? 

Essere responsabili, conoscere i propri limiti, non esagerare… la tentazione è alta perché hai la possibilità di noleggiare un aereo e fare ciò che vuoi, se in più hai anche una buona disponibilità economica avrai la possibilità di comprarti un aereo il che è fantastico ma ricordati che la sicurezza non è in vendita. 

Il programma formativo di un corso PPL è sufficiente a darti le basi per affrontare un volo basico in sicurezza in condizioni meteo per il volo a vista (VMC – Visual Meteorological Conditions) ma tieni ben presente che questo non vuol dire che sei pronto per affrontare un viaggio da solo e soprattutto che hai la giusta mentalità per farlo. Ti servirà esperienza che acquisirai con il passare del tempo, volando e mantenendoti aggiornato.

Una volta ottenuta la licenza è molto importante che non fai mai il passo più lungo della tua gamba, non sottovalutare il meteo, rispetta e conosci il tuo aereo, sii realista di quelle che sono le tue capacità e fin dove arrivano le tue conoscenze. Una volta staccate le ruote da terra non potrai mettere pausa e non potrai accostare sul ciglio della strada come potresti fare in macchina per affrontare un eventuale imprevisto.

Non serve essere un Top Gun per essere un buon pilota! La cosa più importante è il fattore umano, conosci te stesso.

Ma qual’è il messaggio? Volare è bellissimo e tutti dovrebbero avere il piacere di poterlo fare… sii preparato e fai ciò che sei in grado di fare in sicurezza, non esagerare.  

In conclusione fai il brevetto e divertiti tanto, ricorda che non devi dimostrare a nessuno quanto sei bravo, trattieni la voglia di strafare perché i super piloti in giro per il cielo non servono.

Volare è fantastico!

 

Potrebbe interessarti anche Il briefing – Il pilota commerciale